domenica 18 novembre 2012

Progetto Moving School 21 - Territorio comune.

Noceto ed ex scuola infanzia
.
Torbiera sull'ansa nascosta del Sile

Mappa: foto e bandiere a "semaforo"

 La scuola primaria "San Giovanni Bosco" di Canizzano - IC III Treviso prosegue il progetto Moving school 21 - Scuola in Movimento. Lo sguardo si allarga in questo anno scolastico al territorio inteso come "bene comune", da conoscere, vivere, valorizzare. Questi gli obiettivi fondamentali: 
1)      Promuovere la qualità della vita e delle relazioni umane: creare un luogo all’insegna dell’integrazione tra bambini e tra bambini e abitanti del territorio. 
2)      Progettazione partecipata: accrescere e praticare l’esercizio della cittadinanza attiva. Conoscere il patrimonio culturale del nostro territorio, perché non vada disperso, con l’intento di valorizzarlo e migliorarlo. Conoscere il territorio e la comunità di appartenenza, per poter interagire anche con enti e amministrazioni, attraverso la partecipazione nei processi decisionali che si occupano della scuola e dei beni comuni. Costruire il senso della legalità e l’etica della responsabilità. 
3)      Corpo in movimento: identità, autonomia, salute, sicurezza. Sviluppare le capacità di capire, leggere e interpretare i messaggi provenienti dal corpo proprio e altrui. Riconoscere e condividere il valore delle regole e le buone pratiche per il benessere personale e collettivo. Muoversi nella scuola e nel territorio conoscendo e rispettando alcuni criteri di sicurezza per sé e per gli altri.
Il progetto, coordinato da Manuela Mulato, ha preso il via con un incontro di formazione. Durante la passeggiata urbana i docenti, divisi in tre gruppi, hanno esplorato con i sensi, analizzato criticità e opportunità sotto l'aspetto paesaggistico, ambientale, sociale e della mobilità.  Un'esperienza sul campo che verrà riproposta agli alunni come primo passo verso lo studio e la conoscenza dell'ambiente e del territorio.

giovedì 1 novembre 2012

Seminario "Nella scuola dei bambini. Idee, parole, immagini, ambienti" 17 novembre 2012


Si terrà il 17 novembre 2012 il Seminario "Nella scuola dei bambini" presso l'Aula Magna dell'istituto "Dante" di Vittorio Veneto. Il programma prevede nella mattinata i seguenti interventi:
Identità, autonomia, competenza, cittadinanza, Cinzia Mion, dirigente scolastica, psicologa e formatrice; Educazione emotiva e socioaffettiva, Luisa Coduri, pedagogista e psicologa; Le parole dei bambini, Lerida Cisotto, Università degli studi di Padova; Le narrazioni digitali in prospettiva educativa e formativa, Marina De Rossi, Unviersità degli studi di Padova; Abitare il corpo, la scuola, la città, Raffaela Mulato, Associazione onlus Moving School 21.
Nel pomeriggio sono previsti laboratori tematici su: Espressione corporea e musica; Prime scritture; Lettura, racconto, voce... per incontrare l'altro; Spazio, movimento e apprendimento; Digital storytelling.
Per informazioni e iscrizioni:
Il Dante - Scuole - Istituti paritari
Via Nicolò Tommaseo 10, Vittorio Veneto
Telefono 0438 551641, email segreteria@ildante.com

"La scuola in movimento" - IC 3 di Treviso

Martedì 23 ottobre 2012 presso la scuola primaria "San Giovanni Bosco" di Canizzano un nutrito numero di insegnanti delle scuole primaria, infanzia e secondaria di I grado dell'IC 3 Treviso hanno partecipato all'incontro di formazione sul tema delle "Pause attive, sicurezza, movimento e apprendimento" condotto dal prof. Stephan Riegger, HU Berlino. I partecipanti hanno potuto sperimentare diverse pause per "favorire la concentrazione" e per "rilassarsi", parte delle proposte di ritmizzazione del tempo scuola (durante le ore di lezione, nella giornata, durante la settimana). Si tratta di uno dei campi di intervento Moving School 21 per promuovere un ambiente di apprendimento efficace e per promuovere il ben-essere di bambini e insegnanti. Le sperimentazioni avviate con i bambini evidenziano, oltre all'entusiasmo dei bambini dettato dalla dimensione ludica delle pause attive (da 3 a 5 minuti), un miglioramento nel clima di classe, nella motivazione, nell'autocontrollo, nella concentrazione. Agli insegnanti che introdurranno le pause attive è stata proposta un'attività di monitoraggio, allo scopo di rilevare cambiamenti e miglioramenti.
La scuola primaria "San Giovanni Bosco" è da anni impegnata nel progetto "La scuola in movimento" e costituisce oggi un punto di riferimento nel territorio, non solo per i plessi dell'IC 3: Cantiere in Movimento, Arrampicata orizzontale e altre semplici attrezzature hanno permesso di potenziare le attività di movimento a scuola; è stato realizzato un progetto di trasformazione del giardino della scuola attraverso il metodo della progettazione partecipata e attivati i percorsi casa scuola con Scarpe Blu e Pedibus. Quest'anno l'attenzione si rivolge al territorio, "Terreno Comune".

   

domenica 21 ottobre 2012

Festa d'autunno: castagnata in movimento a Rua di Feletto

Test motori: equilibrio genitori
Test motori: saltelli laterali genitori

Le osservazioni dei genitori sui percorsi casa scuola
Sabato 20 ottobre durante la Festa d'autunno della scuola primaria di Rua, i genitori, accompagnati dai bambini della classe 5^, hanno percorso gli 800 metri dei percorsi giocabili "scarpe blu" realizzati con gli allievi della scuola, guidati da Angiola Marchiori. I genitori hanno provato i "giochi di strada" (serpente, quattro cantoni, tris, campanon, forme geometriche colorate, orme blu) e hanno poi condiviso osservazioni sui punti positivi, negativi e critici sull'attività pedibus-scarpe blu ed espresso alcuni desideri e proposte per favorirne l'utilizzo. Molti genitori hanno voluto sperimentare i test motori per misurare il loro "stato di fitness" in confronto a quello dei loro figli.
L'evento è stato promosso anche per attivare i genitori come volontari per i percorsi casa scuola (accompagnamento dei bambini), sia per contribuire alla qualità degli spazi scolastici. 
Erano presenti il Sindaco, l'assessore Giorgio Comuzzi e Stephan Riegger, Moving School 21 DE.

Scuola in movimento a Rua di Feletto

Test motori: salto da fermi allievi

Test motori: salto da fermi insegnanti

Test motori: in equilibrio su una gamba bambini

Test motori: in equilibrio su una gamba insegnanti
Venerdì 19 ottobre mattina e pomeriggio si sono alternati bambini e insegnanti in pratiche di movimento.
I bambini di due classi terze hanno svolto i test motori, con l'aiuto dei compagni più grandi della classe 4^, guidati da Stephan Riegger, Moving School 21 DE e Raffaela Mulato, Moving School 21 IT. L'obiettivo è di monitorare le capacità di equilibrio, coordinamento e flessibilità dei bambini. I test verrano estesi a tutti i bambini della scuola e replicati alla fine dell'anno scolastico. Verrano elaborati i dati raccolti per sviluppare una strategia, dentro e fuori la scuola, assieme agli insegnanti per migliorare l'apprendimento, la sicurezza in strada e l'attenzione durante le lezioni.
Con il gruppo di insegnanti, il pomeriggio sono state sperimentate le pause attive, che ritmizzano le lezioni. Le pause possono essere utilizzate sia per rilassare che per attivare e favorire la concentrazione e l'apprendimento. Ci aspettiamo un miglioramento nel rendimento scolastico e nella motivazione ad apprendere, come emerso in recenti ricerche che hanno coinvolto migliaia di bambini nelle scuole dell'Assia.

martedì 16 ottobre 2012

Una visita speciale a Venezia: "Common ground" Biennale Internazionale di Architettura

Padiglione danese. La casa del pescatore

Padiglione russo. Il cielo stellato e le finestre delle stelle

Padiglione spagnolo. Il giardino magico

Laboratorio 1

Laboratorio 2

Laboratorio 3: la rete delle idee
Sabato 13 ottobre un folto gruppo di bambini della scuola infanzia di Via dei Mille e del nido comunale Zamboni di Conegliano, con i loro genitori, insegnanti, e i partner tedeschi e spagnoli del progetto Comenius "CITY" ha compiuto un viaggio speciale. Sbarcati ai Giardini dal 'battello dell'arte' sono entrati nel mondo dei 'Common ground' della Biennale internazionale di Architettura. Hanno visitato la casa del pescatore Chuck nel padiglione danese dedicato alla Groenlandia. Una casa calda e accogliente, dove si sono immersi osservando e annusando, sentendo il calore della casa e il freddo artico all'esterno: un paesaggio d'acqua e di ghiaccio. Da lì è partito un viaggio per aiutare il pescatore a costruire una nuova casa, che portasse pezzetti di mondi che non poteva visitare.
Straordinario vedere i bambini concentrati e attenti, per 'mettere nella rete' immagini e idee per la casa di Chuck: dalle luci del padiglione russo che sembra un cielo stellato -ogni stella mostra un microcosmo- alle piante del giardino magico del padiglione spagnolo.
Insieme hanno costruito una rete multicolore, grazie all'efficace conduzione di Marta, operatrice di Biennale Educational, che ha saputo dosare e ritmare i tempi suscitando curiosità e ascoltando le considerazioni, tante, dei bambini. Una rete che è divenuta il loro 'territorio comune', nel quale le individualità hanno concorso a fare comunità. I bambini hanno portato a scuola la loro rete, che potrà diventare ancora più grande e colorata, attraverso il lavoro delle insegnanti che svilupperanno quanto 'raccolto' nell'esperienza.
La visita è parte integrante del percorso educativo e didattico avviato tre anni fa con il progetto 'I Mille in Movimento' che ha come tema la riqualificazione degli spazi scolastici e del quartiere di Via dei Mille, ora nel pieno della realizzazione.

lunedì 15 ottobre 2012

CITY: “CHILDREN IN THE CITY - Growing up in activated spaces"


il gruppo di lavoro

i percorsi giocabili "Scarpe Blu"

OFC arrampicata orizzontale

i confini giocabili tra nido e infanzia

percorsi sensoriali
Si è appena conclusa la prima visita di studio a Conegliano e Rua di Feletto per l'avvio del progetto CITY coordinato dall'IC 3 di Conegliano, con la presenza dei partner di scuole infanzia e primarie di Berlino e di Lleida. I partner hanno partecipato al denso programma alternando momenti di visita alle scuole - primaria di Rua di Feletto, nido, infanzia e primaria del polo di Via dei Mille - e alla Biennale internazionale di Architettura di Venezia, a workshop di lavoro per lo scambio di buone pratiche e per la programmazione delle future attività comuni e incontri con le istituzioni del Comune di San Pietro di Feletto, di Conegliano e della Provincia di Treviso. Ai lavori hanno partecipato anche alcuni genitori e nonni volontari.
Il filo rosso che lega le diverse esperienze delle scuole dei tre paesi è costituito dallo sviluppo di attività di movimento & apprendimento, di riqualificazione degli spazi scolastici e urbani con la partecipazione dei bambini.
I partner sono stati particolarmente stimolati dalle installazioni indoor e outdoor, realizzate grazie all'aiuto di genitori e nonni volontari nell'ambito del progetto Moving School 21 - I Mille in Movimento, visitate con i bambini in azione.
Nella scuola primaria di Rua:
l'OFC - Orizontal Free Climbing nella scuola primaria di Rua di Feletto: l'arrampicata installata in un corridoio della scuola ha reso possibile l'utilizzo di spazi usati in precedenza solo per il passaggio, con attività ludiche e didattiche che possono coinvolgere diverse aree disciplinari, oltre a favorire il movimento, l'equilibrio, la coordinazione;
i percorsi "Scarpe Blu" contrassegnati da orme e giochi a terra inventati dai bambini - un curriculum silenzioso importante e visibile a tutti, che rende più dinamici e divertenti i tragitti da casa a scuola
Nel polo scolastico di Via dei Mille:
i confini giocabili tra nido e infanzia, in fase di ultimazione, frutto dei laboratori di progettazione partecipata realizzati (trasformazione di una barriera in opportunità), un progetto innovativo e unico che mette insieme pedagogia e architettura;
i percorsi sensoriali, costituiti da cassette di legno riempite di materiali fissi o mobili di natura e consistenza differenti;
i murales e gli arredi della scuola primaria ideati dai bambini.
Le installazioni sono realizzate in autocostruzione con la guida dell'esperto Paolo Giordano.
I partner hanno programmato per i prossimi mesi azioni comuni per l'osservazione, il monitoraggio e la valutazione realitivi a: utilizzo ottimale degli spazi interni ed esterni della scuola; trasformazione e miglioramenti degli spazi esterni e urbani, in particolare dei cortili e di spazi verdi in zone adiacenti alle scuole.
Le scuole partecipanti operano con reti locali di cui sono promotori o partner. Le rete locale italiana è costituita dal capofila IC 3 di Conegliano (referenti insegnanti Franzin, Tamponi, Marchiori), dai Comuni di Conegliano e di San Pietro di Feletto, dall'Associazione Moving School 21.


mercoledì 26 settembre 2012

Il fuoco nel cuore e il diavolo in corpo - segnalazione

Giovedì 4 ottobre alle ore 17,00 nella sede IUAV di Ca' Badoer a Venezia in occasione della pubblicazione per Franco Angeli del libro "Il fuoco nel cuore e il diavolo in corpo. La partecipazione come attivazione sociale" di Giovanni Laino, è in programma un incontro, alla presenza dell'autore, con: Luciano Vettoretto, Iuav, Giancarlo Paba, Università di Firenze, Luigi Pellizzoni, Università di Trieste, Francesca Gelli, Iuav, Liliana Padovani, Iuav, chiude Pierluigi Crosta.


Un evento davvero molto interessante, sia per i temi trattati nel libro, scritto da Giovanni Laino dopo anni di lavoro sul campo, spesso in contesti difficili, di ricerca e riflessione, sia per i partecipanti alla discussione, su un tema
"Ripensando al contributo offerto da alcuni testimoni italiani degli anni Cinquanta e riflettendo su molti anni di esperienze fatte a Napoli, l’autore, rivolgendosi a coloro che si occupano di democrazia, politiche urbane e partecipazione, propone un modello di intervento – la missione locale – con cui associare empowerment e protagonismo delle persone, assumendo alcuni principi progettuali innovativi entro un approccio pragmatico e contingente."
 Giovanni Laino è professore associato alla Facoltà di Architettura dell'Università di Napoli Federico II. È componente dei Collegi del Dottorato in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio e del Corso di perfezionamento in Azione locale partecipata e sviluppo urbano sostenibile allo IUAV di Venezia. Progettista e consulente di processo per l'Associazione Quartieri Spagnoli, è stato consulente per il Comune di Napoli fra il 1996 e il 2000. È stato esperto per il programma europeo Urbact nella rete Partecipando.
Il 5 ottobre Laino e Paba, insieme alla prof.ssa Padovani, apriranno la dodicesima edizione del corso "Azione locale partecipata e sviluppo urbano sostenibile" nel seminario aperto al pubblico (ore 10-17) presso la sede IUAV del Cotonificio.

Cara di Toronto: al via il progetto Locale "Lasciamo il segno"





Il progetto di rete locale "Lasciamo il segno" per la promozione dell'attività motoria è stato ufficialmente avviato giovedì 20 settembre 2012 nell'Auditorium della Provincia di Treviso, a conclusione dell'incontro di presentazione dell'iniziativa, cui hanno partecipato oltre 230 persone. I partner, destinati a crescere, hanno sottoscritto pubblicamente la Carta di Toronto. Tra i firmatari, la Provincia, 37 Comuni della Provincia di Treviso, 4 distretti AULSS e a varie Associazioni presenti nel territorio.
Interessanti gli interventi del dott. Sarto, dott. Gallo, dott.ssa Mazzetto dell'ULSS 9, promotori del progetto. Il dott. Sarto ha posto in evidenza i dati emersi da studi consolidati sull'influenza della sedentarietà rispetto ad una serie di patologie che hanno iniziato a manifestarsi precocemente, come il diabete infantile, e sulla carring capacity dello sforzo fisico, in calo vistoso con impatti importanti sulla salute. La dott.ssa Mazzetto ha illustrato i passi che hanno portato al progetto locale, in attuazione dei 7 "investimenti" strategici per la promozione della salute elencati nella Carta di Toronto, sottolineando l'aspetto dell'advocacy, ovvero la definizione delle politiche secondo un approccio integrato per la salute. Tutti gli stakeholders, e noi tra questi, hanno segnalato gli interventi già avviati: uno start per cominciare a conoscersi e a fare sinergia. Il dott. Gallo ha ricordato come il contributo alla salute del settore della sanità incida soltanto del 15%, mentre il restante 85% riguarda altri ambiti che influiscono sui determinanti di salute e i fattori di rischio. Da qui deriva la necessità di costruire alleanze con altri settori e ambiti che possono influire sulla qualità della vita delle persone. A breve un secondo step, per passare dalla dichiarazione di impegno ad azioni concrete in rete.

sabato 15 settembre 2012

Giornata di premiazione del bando provinciale "La scuola va in città"





Nell'ambito della manifestazione Giornate Provinciali dell'Ambiente promossa dalla Provincia di Treviso, in adesione alla Settimana Europea della Mobilità che si svolge in tutta Europa dal titolo "Muoviamoci nella giusta direzione", si  svolgerà  venerdì 21 settembre 2012 dalle ore 9,00 alle ore 12,00 presso l’Auditorium della sede provinciale S.Artemio a Treviso, la premiazione del bando provinciale "La scuola va in città" promosso dalla Provincia di Treviso e rivolto alle scuole primarie e secondarie di 1° grado del territorio trevigiano che promuovono i pedibus, i percorsi casa-scuola sicuri a piedi e in bicicletta, quali azioni volte a ridurre l’uso dell’automobile per limitare il traffico nell’intorno delle scuole e l’inquinamento che ne consegue. Alla giornata di premiazione sono invitati a partecipare i 300 alunni accompagnati da insegnanti e genitori delle 13 scuole che più si sono distinte in queste azioni con il calcolo dei Km percorsi e le quantità di CO2 risparmiate, proprio per stimolare nuovi stili di vita e soluzioni di spostamento più compatibili con la sostenibilità urbana, con la salute e la qualità della vita. (http://giornate.ambiente.provincia.treviso.it)
L'Associazione Moving School 21, che collabora con la Provincia di Treviso nella promozione del bando, coinvolgerà i bambini con giochi "in movimento" nel parco di Sant'Artemio.